TSUNAMI

tsu2

AGGIORNAMENTO 8 SETTEMBRE 2017:

http://www.foxnews.com/science/2017/09/08/mysterious-lights-appear-in-mexico-sky-during-massive-earthquake.html

Le luci sarebbero da collegare allo sprigionarsi dell’ immensa energia nel sottosuolo, ma come questo avvenga esattamente non e’ possibile saperlo con certezza, comunque non possono essere segnali d’allarme poiche’ avvengono a fatto compiuto, e quindi nel momento che le luci si possono scrutare nel cielo molti saranno gia’ cadaveri per allora.

AGGIORNAMENTO 8 FEBBRAIO 2015 :

Andando a letto tardi ed alzandoci presto il mattino prima dell’ alba abbiamo potuto notare in piu’ di un’ occasione una strana luce sospesa in aria nella linea dell’ orizzonte che va oltre il porto di Riposto.

Ieri 7 Febbraio 2015 l’ ultima volta che abbiamo visto questa potente luce , che non e’ una stella poiche’ sarebbe troppo bassa per far parte del firmamento e poi scompare in maniera repentina, ne’ una nave poiche’ sta troppo sopra il mare, ne’ un faro poiche’ in quel punto dell’ orizzonte non vi sta alcuna terra ferma per migliaia di km, ne’ un aereo poiche’ e’ immobile, ne’ un elicottero poiche’ che starebbe a fare in un punto così a largo di notte ed in svariate occasioni ?

Non vogliamo (ma al contempo vogliamo) allarmare nessuno (tutti) ma unendo questi avvistamenti all’ evento Tsunami:

IL RISULTATO AGGHIACCIANTE E’ QUESTO.

Che Mascali per effetto del dualismo junghiano sia distrutta prima dal fuoco e poi dall’ acqua ?

E poi ci sono giunte diverse testimonianze da inconscio collettivo che parlano di migliaia di bare depositate in attesa della fine del maremoto. Sembravano in trance quando mi raccontavano di questo immenso deposito, infatti alcuni giorni dopo non ricordavano chi glielo aveva detto. Spazio e tempo si annullano come non fossero mai esistiti dopo la morte o in parti specifiche dell’ Universo non c’e’ un continuum spazio-temporale (come nei Buchi Neri), ovviamente la psiche umana e’ paragonabile ad un’ antenna che riceve determinati segnali come ricordi distorti (deja vu), sogni, segnali tachioni e quant’ altro. Ecco cosa erano gli Oracoli nell’ antichita’ , individui con una psiche ricettiva di alto profilo capaci di sondare lo spazio ed il tempo.

Questo per esempio e’ il caso delle Profezie della falena che avevano predetto il crollo del Silver Bridge sul fiume Ohio nel 1928 (notate la coincidenza junghiana : stessa data della distruzione di Mascali).

Comunque, ci recheremo dall’ Ing.Massimiliano Leotta per vedere a che punto sta la progettazione per l’ impianto di allarme sonoro automatico in caso di Tsunami.

Chiediamo pertanto ai vari schieramenti politici di sostenerci nella realizzazione di quest’ importante opera al fine di evitare un immenso ed epocale disastro come fu il Black Swan del 1928 .

AGGIORNAMENTO 16 GENNAIO 2015 :

Con questo articolo apparso il 14 Gennaio 2015 sul giornale dell’ indagato per mafia Marcio Ciancio SanFilippo CT1501-CP04-36 si parla dell’ approvazione del Piano di Protezione Civile etc. etc.
Alla luce di quanto scriviamo sotto chiediamo di sapere , sempre se e’ possibile saperlo come contribuenti,
in che consiste questa PREVENZIONE : e’ previsto l’ allarme sonoro che ,come evidenziamo in basso,
e’ assolutamente indispensabile in caso di Tsunami ?
Confidando di saperne di piu’ e al piu’ presto vi esortiamo a leggere le informazioni che abbiamo ricavato ed elaborato sull’ evento Tsunami che potrebbe (presto) avverarsi .
E come in questi casi ci si augura , l’ importante e’ che non restiamo vivi per raccontarlo ,
o qualcun altro morira’ 😀

Siamo stati contattati dall’ Ing. Massimiliano Leotta che ci ha fatto notare la nostra alquanto infelice uscita sul Piano da lui redatto . Sebbene l’Ingegnere abbia capito la nostra buona fede in quanto ci siamo preoccupati del problema immediato piuttosto  che del problema successivo allo Tsunami . L’Ingegnere ci ha rassicurato che il Piano di Emergenza , redatto insieme al suo Team , cioe’ lo stesso personale dei suoi uffici , dovra’ essere accompagnato anche da un vasto sistema di allarme , così come Noi abbiamo auspicato , sia sonoro che satellitare . Infine diamo il nostro plauso sia all’ Ingegnere che al personale del Comune che lo ha supportato poiche’ , come ci ha fatto notare , il Piano e’ stato preparato ed allestito senza far spendere un Euro al Comune , e quindi a Noi Cittadini , in quanto redatto da impiegati del suddetto Comune e non da Professionisti Esterni e Consulenti , i quali spesso , molto spesso , ricevono ed hanno ricevuto in molti Comuni Siciliani , ed anche a Mascali , lauti compensi per progetti inutili , mai messi in opera , e di dubbia capacita’ cognitiva .

CT0803-CP05-41

-E’ stato redatto dall’ Ufficio di Protezione Civile del Comune di Mascali guidato dall’ Ing.Massimiliano Leotta il Piano per la Pianificazione di Emergenza per lo Tsunami . L’ evento del Maremoto e’ una ricorrenza tutt’altro che surreale :

Come brevemente studiato nel pamphlet Geophysical Research Abstracts, Vol.11, EGU2009-7588, 2009 EGUGeneralAssembly , da S.Tinti,R.Tonini,G.Pagnoni,S.Gallazzi,A.Manucci,A.Armigliato,e F.Zaniboni dell’ Universita’ di Bologna,  Dipartmento di Fisica e Geografia : tsunami l’ evento dello Tsunami e’ gia’ accaduto nella nostra area l’ 11 Gennaio del 1693 , ed in aree vicine , come : Nel 1783 si contarono 1.500 vittime a Reggio Calabria e 630 a Messina. Infine nel 1908 vennero colpite nuovamente Messina e Reggio Calabria. Da considerare anche la recente scoperta di un vulcano sottomarino non piu’ in attivita’ (anche se si sospetta una risalita di fluidi caldi) a largo della costa di Riposto . Quindi un evento con una cadenza preoccupante che potrebbe avverarsi tra un minuto da adesso o tra cento anni , un evento a cui bisogna provvedere immediatamente affinche’ si possano mitigare gli effetti catastrofici che avrebbe sulle nostre zone abitate . Il Piano di Emergenza redatto secondo le norme del Metodo Augustus e’ solo carta igienica . L’ unico Piano da adottare e subito e’ un vasto impianto di Allarmi Sonori come in Giappone , l’ unico sistema in grado di allertare in tempo reale la Popolazione ed in grado di fornire ,anche se per pochi minuti e/o per pochi secondi , il tempo di fuggire verso le alture .

4fine

Vediamo cosa succederebbe con un onda Tsunami alta 15 metri : 2fronte

Il Mare raggiungerebbe il bivio tra Via Carrata e Via Immacolata .

Con una alta 30 metri :

3centro

Il Mare inonderebbe il Centro Urbano , ipoteticamente toccherebbe P.zza Duomo.

E nella peggiore delle ipotesi 40 metri :

4ponte

In questo caso si fermerebbe non oltre il ponte di Via Carlino al massimo s’ incanalerebbe lungo la linea ferroviaria . In Buona Sostanza un rischio concreto e da considerare sempre imminente . In Buona Fede spero che il Sindaco Monforte ed il suo successore si mobiliteranno per richiedere un finanziamento basato su un vero e concreto progetto di Allarme Sonoro Automatico e Centralizzato che possa realmente far fronte ad una minaccia così vera e così pericolosa .

-APPROFONDIMENTI : L’ ISOLA DEGLI TSUNAMI.

  ug0db98c

..Intanto Noi ce ne andiamo su una malinconica collina ad aspettare altri Tsunami… :

………………………….

Up on melancholy hill …………………….

………………….There’s a plastic tree …………………………………………….

……………………..Are you here with me? …………………..

                                      ……….Just looking out on the day of another dream

Annunci

Un pensiero riguardo “TSUNAMI

I commenti sono chiusi.