SISTEMA MARCIO

hamlet1

-AGGIORNAMENTO 3 : LA PROCURA PROCEDE CONTRO MARCIO CIANCIO SANCIO SANFILIPPO

-AGGIORNAMENTO 2 : IL PROCURATORE SALVI PARLA DEI MILIONI DI EURO IN SVIZZERA DI CIANCIO

Un elemento nuovo e molto significativo per noi è l’individuazione in Svizzera di una ingente somma di denaro, tra i 40 e i 50 milioni di euro. Somme che abbiamo scoperto e che non sono state rilevate attraverso lo scudo fiscale, anzi non erano state dichiarate nemmeno nei precedenti scudi. Questo denaro lo abbiamo scoperto grazie ad un intenso lavoro investigativo. Questo naturalmente apre la strada a valutare l’attendibilità delle giustificazioni che sono state fornite sulla provenienza di queste somme.
il signor Mario Ciancio è stato interrogato, ma le giustificazioni fornite allo stato non hanno trovato conferma. Sapremo presto a che punto è l’indagine che riguarda l’editore, in merito al concorso esterno?
Adesso non vi possiamo dire nulla. Quando sarà il momento, come è costume dell’ufficio, daremo un informazione corretta e completa a tutti perché si tratta di questioni certamente di interesse pubblico per la città.

-AGGIORNAMENTO 1

Lombardo indice una conferenza dove critica la sentenza , si sgagiona da tutte le accuse

e difende ciancio , e lo esalta COME SI ESALTEREBBE UN MISSIONARIO :

“[…]Ciancio è una persona cortese e il suo giornale è quello dal quale traggono le notizie tutti[…]”.

… Le sembra che Noi traiamo le notizie da … La Sicilia?…… ? ….?

-FONTE

CATANIA – Sono state depositate le motivazioni della sentenza di condanna a sei anni e otto mesi di reclusione all’ex presidente della Regione Siciliana e leader del Mpa, Raffaele Lombardo per concorso esterno all’associazione.

Raffaele Lombardo ha “sollecitato, direttamente o indirettamente, i vertici di Cosa nostra a reperire voti per lui e per il partito per cui militava (le regionali in Sicilia del 2001 e nel 2008 e le provinciali a Enna nel 2003)

Per il Gup Rizza appare “provato” che Raffaele Lombardo abbia “contribuito sistematicamente e consapevolmente“, anche mediante “le relazioni derivanti dalla sua pregressa militanza in più partiti politici”, alle “attività e al raggiungimento degli scopi criminali dell’associazione mafiosa” per “il controllo di appalti e servizi pubblici”. Il Gup ritiene che l’ex presidente della Regione con “la promessa di attivarsi in favore dell’associazione mafiosa nell’adozione di scelte politiche e amministrative abbia intenzionalmente ingenerato, mantenuto e rafforzato il diffuso convincimento sulla sua completa disponibilità alle esigenze della consorteria”.

IL SISTEMA CIANCIO – Per il gup Rizza -svela l’Agi- ‘modus operandi’, sarebbe stato sempre lo stesso: “Acquistavano terreni agricoli nella prospettiva di ottenerne la variazione di destinazione urbanistica, e poi realizzare elevati guadagni con la plusvalenza della proprieta’

Parlando di questa ‘tecnica’, il Gup cita il caso dell’editore catanese Mario Ciancio Sanfilippo, indagato per concorso esterno all’associazione mafiosa in un altro procedimento, del quale la Procura ha chiesto per due volte l’archiviazione. Il fascicolo non e’ stato ancora definito. Nella sentenza, il Gup Rizza dispone il rinvio alla Procura di alcuni dei atti che l’ufficio del Pm aveva allegato al processo Lombardo. Secondo il Gup il progetto di due affari trattati anche dall’editore Ciancio “annoverava tra i soci un soggetto vicino a Cosa nostra palermitana”. “Il modus operandi e la presenza di elementi vicini alla mafia -scrive il Gup- fanno ritenere con un elevato coefficiente di probabilita’ che lo stesso Ciancio fosse soggetto assai vicino al detto sodalizio”.

M7 Commenti :

Intanto facciamo i nostri complimenti al GUP Marina Rizzo che ha assestato un duro colpo alla consorteria di Lombardo.
Si Lombardo , gia’ una vergogna che uno con un cognome così ironico sia stato Presidente della Regione Sicilia ,
Si , Lombardo , reo di aver gettato nella catastrofe il sistema della raccolta dei rifiuti in tutta l’ Isola ,
Lombardo un inetto , ruffiano , ed incompetente essere , front man di una “loggia” di imprenditori siciliani da est ad ovest il cui solo scopo sociale e’ il lucro affaristico attraverso politiche spregiudicate con ramificazioni dentro tutti i tipi di istituzioni .

Il Modus Operandi , aggiungiamo, non e’ solo quello del famigerato terreno agricolo che diventa edificabile , ma anche quello dell’ assegnazione di appalti e grossi appalti ad aziende vicine alla “consorteria” .

Marcio Ciancio Sanfilippo , ovunque ti giri e rigiri in Sicilia appare il suo nome , il Vicere’ siciliano per antonomasia ed azioni .
Abbiamo gia’ parlato in precedenti post di Ciancio e non ci dilungheremo ,
fatto sta che costui ancora controlla gran parte dell’ informazione regionale , dalla carta stampata a TV Locali ,
fatto sta che costui occupa ancora i c.d. salotti buoni siciliani , la Catania Bene , la Palermo Bene ,
e da 30 o 40 anni non si riesce a fermarlo , ad inchiodarlo definitivamente .
Questo e’ il nostro piu’ grande rammarico e cioe’ che Mario Ciancio Sanfilippo la fara’ franca ancora una volta ,
poiche’ come si puo’ definire onesto e senza colpe un editore che proibisce la stampa della pagina regionale di vari quotidiani nazionali , tra cui La Repubblica ?

Mah…

Annunci