FORZA D’OPPOSIZIONE

OPPOSITIONFORCE

In base alla Carta dei Servizi promulgata dal Triumvirato, cioe’ I Commissari Prefettizi, di cui qualcuno paventa il ritorno, anche se non vediamo che c’e’ da paventare avendo gia’ l’ amministrazione peggiore che Mascali abbia mai avuto dal dopoguerra ad oggi, bene , in base a questo Contratto di modifica unilaterale delle tariffe del Servizio Idrico Integrato:

-Capitolo Correttezza della misura dei consumi , il Gestore dispone che :

La lettura dei contatori per la rilevazione dei consumi idrici deve essere effettuata ALMENO due volte l’ anno. MA qualora la lettura del contatore non fosse stata effettuata per motivi urgenti ed improrogabili dipendenti dall’ Ente, si procedera’ ad una fatturazione in acconto sulla base dei dato storici , cioe’ significa che Vi manderanno da pagare la stessa somma che avete pagato l’ anno precedente.

-Capitolo Fatturazione , il Gestore dispone che :

La Fatturazione dei consumi avverrà almeno due volte l’anno.
Procedure di controllo della fatturazione dei consumi
a) Nei casi di reclami fondati, presentati allo sportello, da parte degli utenti per errata
fatturazione, il gestore ritira la fattura di consumi e procede alla correzione della fattura
stessa, entro 30 giorni lavorativi dal reclamo.

Quindi , significa che armati di fattura e un reclamo intestato al Comune di Mascali , Ufficio Servizio Idrico, dove chiederete conto di come sia stato effettuato il conteggio relativo ai metri cubi di acqua “effettivamente” consumata , dove chiederete in che anno e’ stata presa l’ ultima lettura del contatore dell’ acqua, dove chiederete di avere prova certa che il numero sia quello e l’ anno di rilevazione del numero pure, cioe’ una dichiarazione autocertificata dei dipendenti CON NOMI E COGNOMI DEI RILEVATORI, cioe’ del personale incaricato alla rilevazione che dichiarera’ sotto la propria responsabilita’ di aver “effettivamente” rilevato in tale anno il numero indicato nel contatore idrico, dove chiederete di DOVE SIA INDICATO NELLA FATTURA IL CONSUMO CON IL VECCHIO INDICE-CALCOLO dei 500 litri pro capite , cioe’ ad utenza contrattuale, ed IL CONSUMO CON IL NUOVO METODO STABILITO DALLA CARTA DEI SERVIZI PROMULGATA DAI COMMISSARI PREFETTIZI IL 29 APRILE 2015. Riassumendo il Personale dovra’ dimostrarvi come sia stato calcolato senza o con rilevazione , l’ effettivo consumo da che anno a che anno. Non solo, se nella fattura vi e’ la mancata rilevazione dei consumi reali ed il mancato invito all’utente a comunicare l’ autolettura , la fattura ha violato la carta dei servizi, quindi il contratto al punto 4.6, e ne dovete chiedere  conto e ragione. Inoltre specificherete che L’utente ha diritto di accesso alle informazioni in possesso del soggetto gestore che lo riguardano. ll diritto di accesso si esercita senza formalità, secondo le modalità disciplinate dalla legge 241/90, quindi, specificherete DI AVERE ACCESSO AI DATI RELATIVI ALLA PROPRIA UTENZA , ANNO DOPO ANNO , CONTEGGIO DOPO CONTEGGIO, ed il personale deve fornirvelo e se non puo’ fornirvelo allora IL PERSONALE DEVE METTERE PER ISCRITTO CHE : NON PUO’ FORNIRVELO PER UNA RAGIONE CHE SPECIFICHERA’, ad esempio: documentazione mancante, conteggi non rilevati, etc.
Il Contratto a modifica unilaterale specifica che Gli utenti possono presentare reclami circa la violazione dei principi stabiliti dal Gestore del Servizio Idrico.
Il reclamo può essere presentato, per iscritto, via fax o via mail dal diretto interessato o da persona dallo stesso delegata. Gli uffici del Gestore non possono rifiutarsi di ricevere il reclamo e devono trasmettere tempestivamente l’ atto ricevuto alla propria unità organizzativa competente : L’ufficio che riceve il reclamo deve rilasciare ricevuta scritta da cui si evinca la data della consegna e l’ operatore che l’ha ricevuta. Alla presentazione del reclamo, l’ufficio deve comunicare all’ utente il nominativo del responsabile del procedimento e la facoltà di presentare ulteriori memorie e documentazioni.
Al reclamo deve essere data risposta scritta entro 30 giorni dalla ricezione.

In base a tutto cio’ scritto sopra : Il Reclamo risultera’ piu’ che  fondato .


b) Nei casi di Reclami fondati, presentati dopo il 30° giorno dalla data di emissione della fattura,
potranno causare implicazioni tecnico-amministrative non imputabile al gestore che
comunque si adopererà tempestivamente per il ripristino della situazione di normalità
gestionale dell’utenza.

IL TEMPO MASSIMO DI RISPOSTA ALLE UTENZE RECLAMANTI e’ di 30 Giorni dal ricevimento della richiesta dell’utente, ed entro i quali si avvisera’ comunque l’ utente che il personale sta vagliando la documentazione richiesta.

3.4 IL PERSONALE DIPENDENTE
Tutti i dipendenti, nel momento in cui si trovino ad avere a che fare con l’utenza, sono tenuti
ad indicare il proprio nome e cognome sia nei rapporti diretti sia nelle comunicazioni
telefoniche. A richiesta, saranno indicati l’ufficio di appartenenza ed il nominativo del
superiore diretto.
Tutto il personale è impegnato a soddisfare le richieste della clientela ed è tenuto a
rapportarsi con essa con rispetto e cortesia. Il personale stesso sarà dotato di adeguati livelli di educazione civica e istruzione e sarà addestrato a rispondere pacatamente a eventuali comportamenti anomali di alcuni utenti.

4.4 RIMBORSI

Il Gestore attiva le procedure di rimborso nei casi di inosservanza nel modo seguente :

direttamente al punto f :

f) OMESSA RISPOSTA AL RECLAMO

Il Gestore prevede un rimborso pari ad Euro 50,00 € per i casi concernenti il punto f.

4.6 Diritto alla rateizzazione
Il gestore è tenuto a fornire all’utente ogni informazione sul diritto di ottenere la rateizzazione
sulla boletta relativa al pagamento di importi esageratamente onerosi.
Il gestore ha il dovere di:
a) suddividere iì corrispettivo dovuto in un numero di rate successive di ammontare costante.
comunque non inferiore a due;
b) adeguare i piani di rateizzazione, previa comunicazione all’utente di tale diritto e su
esplicita richiesta dello stesso.
Il Gestore deve rendere chiaramente leggibile nella fattura la mancata rilevazione dei consumi
reali ed invitare l’utente a comunicare l’ autolettura, ove possibile, al fine di evitare l’addebito
di importi eccessivamente onerosi.

———————————————————————————————–

Per le utenze domestiche si prevedono 5 tipi di tariffa , che così riassumiamo :

TARIFFA AGEVOLATA: DA 0 A 28 MetriCubi L’ ANNO,CIRCA 76 litri giornalieri a 0,2838€

TARIFFA BASE : DA 29 A 120 MetriCubi L’ ANNO,CIRCA 328 litri giornalieri a 0,6566 €

TARIFFA ECCEDENZA 1 FASCIA : DA 121 A 160 – 0,7879 €

TARIFFA ECCEDENZA 2 FASCIA : DA 161 A 200 – 1,0636 €

TARIFFA ECCEDENZA 3 FASCIA : DA 201 A > – 1,594 €

TARIFFA FOGNATURA – 0,0814 €

TARIFFA DEPURAZIONE – 0,2393 €

———————————————————————————————-

Conclusioni :

Non aspettate il 30 marzo per fare i reclami , incominciate fin da adesso,

Non e’ vero che il pagamento e’ stato sospeso ma solo POSTPOSTA la sua scadenza, cosa che e’ ben diversa,

PIU’ RECLAMI FARETE E FARETE FARE , PIU’ INCASINERETE IL COMUNE CHE NON POTRA’ RISPONDERE AI VOSTRI QUESITI PER TEMPO e quindi sarete oggetto di rimborso da 50€ che verra’ decurtato nella prima bolletta utile,

Ricorrendo invece al Giudice di Pace e/o al Tribunale Amministrativo per la riformulazione o la cancellazione della bolletta con presunti calcoli errati, se avete un reddito inferiore a 10000 Euro annui potete chiedere il gratuito patrocinio ad un qualunque avvocato civilista che accettera’ di farsi carico per voi della contestazione, e , comunque, chi fara’ reclamo e lo vincera’ in tribunale sara’ risarcito delle spese legali che saranno pagate dal Comune di Mascali.

Tutte le informazioni che abbiamo dato nel presente articolo sono CONTENUTE NELLA CARTA DEI SERVIZI PROMULGATA DAI COMMISSARI PREFETTIZI ,

DOWNLOAD-61_delib._comm._straord.

ma sono state omesse propositatamente DALLA MAGGIORANZA DEI CONSIGLIERI , e dalla fuffa esposta dalla Commissione per il servizio idrico , la quale ha responsabilita’ gravissime, conoscendo prima di tutti gli altri quanto stava per avvenire , questo perche’ ogni consigliere, dovete sapere, HA ACCESSO IMEMDIATO E DIRETTO A TUTTI GLI ATTI, PRESENTI E PASSATI,  e non e’ come NOI COMUNI MORTALI , UTENZE E NORMALI CITTADINI, che per ricevere un singolo documento dobbiamo fare richeista ed aspettare 30 giorni. INOLTRE, conoscendo gia’ tutto quello che fin qui abbiamo scritto, NON MI SEMBRA SIA STATO SCRITTO DA PARTE LORO NESSUN ARTICOLO O POST CHE SPIEGHI, così come Noi abbiamo fatto, AI CITTADINI DI COME DIFENDERSI, ma piuttosto mi sembra che abbiano scritto FUFFA VARIA, come il sindaco boh, l’ assessore mah, riunione faremo, l’ assenzio, la marjuana, capire battiato, film d’orrore , le case chiuse…

Ecco chi e’ la Vera Forza D’Opposizione , non quella che fa le sceneggiate napoletane e fuffa varia parlando di carcasse per avvoltoi come l’ ospedale di giarre… fumo senz’arrosto…. o svincoli autostradali in una citta’ priva persino di marciapiedi, ma piena di immondizia e cani randagi… piena di minacce a personale e ad amministratori minori… dove dei civili come Noi tre dobbiamo emulare gli avvocati, emulare i militari, e ESSERE TRADITI DA TUTTI….dopo averli serviti e difesi per ANNI…

VERGOGNATEVI…

e Voi sapete di chi stiamo parlando…

ma Non ci sara’ di venire da Noi in ginocchio come invece l’abietto impostore ha intimato ad un consigliere, dei pochi che salviamo, e cioe’ Emanuele Nigrì 😉 !

Annunci