BIOHAZARD

toxic-symbol-md

AGGIORNAMENTO 19 LUGLIO 2016:

60 giorni, 2 mesi di attesa per sapere come stava procedendo l’ analisi dell’ acqua. E siamo noi quelli che non abbiamo a cuore il territorio ?

VERGOGNATI.

Li attacchi li facciamo per distruggere te e la tua amministrazione , il territorio e la sua economia li state distruggendo voi. La questione dell’ acqua e’ una questione minore posta dall’ Avvocato Pino Ernesto, e non da noi di Mascali7 che abbiamo solo rimarcato la pochezza comunicativa palese sempre della tua amministrazione e dal personale a tempo determinato PAGATO MIGLIAIA DI EURO. Cosa su tutte le altre questioni ancora aperte ? Il Cimitero? La Pedopista? Le aree al verde diventate giungla ? I monumenti abbandonati del Centro di Mascali ? La viabilita’ e la segnaletica in Via Siculo Orientale, Via San Giuseppe e via Roma? La comunicazione del Bilancio Partecipato con sole due settimane di preavviso , invece che almeno un mese? La differenziata? La spazzatura e gli inerti su per le colline di Nunziata , Portosalvo e Montargano ? Le Bollette del consumo idrico? E il pignoramento del fisco siciliano di piu’ di 100000 Euro ? La riqualificazione di Viale Immacolata? I parcheggi a Fondachello? Il Mercato del Pesce? La situazione sul Piano Regolatore? La vergogna che ci hai fatto fare al TG3 – RaiTre , anche quella e’ opera nostra? Siamo stati noi a mortificare il territorio in quell’ eccellente servizio O SEI STATO TU E I TUOI ACCOLITI ?

A cuore il territorio….

Io non seguo il pifferaio magico perche’ non voglio morire annegato nel fiume.

—————————————————————————–

Dall’ Avvocato E.Pino e dal Dott.Agostino Mondello riceviamo e pubblichiamo:

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…

nelle frazioni di Carrabba, S. Anna e Fondachello l’acqua che sgorga dai rubinetti non può essere utilizzata. Tanto ho scoperto, con stupore ed indignazione, parlando con un abitante di Fondachello, del tutto ignaro del divieto, fino a data da stabilirsi, di utilizzo dell’acqua “per scopi potabili ovvero del consumo umano”, disposto dal Sindaco di Mascali con ordinanza n. 15 del 25/5/2016.

Che qui Noi di Mascali7 offriamo in DOWNLOAD:15_ord._sindacale

Un’ordinanza emanata solo per “mettersi a posto” formalmente, ma che nella sostanza dimostra, ancora una volta, il disinteresse assoluto della nostra Amministrazione per i bisogni e, addirittura, per la salute dei suoi cittadini. Nessuna informazione sul tipo di “accertamenti analitici” che sono stati effettuati dall’ASP Servizio Igiene Pubblica di Giarre e, soprattutto, su quali sono stati i risultati. Possiamo solo dedurre che l’acqua è inquinata in maniera tale da indurre il Sindaco ad impedirne l’uso sia potabile che per consumo umano: significa che non solo non si può bere, ma non si può utilizzare nemmeno per cucinare, per lavare la frutta e per tutti gli usi domestici. E questa notizia così preoccupante e seria come è stata diffusa? Stando all’ordinanza, “a cura del messo comunale”. Ma cosa ha fatto il messo comunale? Ha notificato un documento a tutti gli abitanti delle frazioni? Ha bussato porta a porta nelle case delle frazioni? Evidentemente no, se qualcuno (e forse tanti altri) non sapeva nulla. Sarebbe stato opportuno e più efficace far girare per le strade delle frazioni un’auto con l’altoparlante che desse la notizia, in modo tale da essere sicuri che tutti ne venissero a conoscenza: lo abbiamo fatto tutti i candidati sindaci per pubblicizzare i nostri comizi, con una spesa di circa € 50,00 al giorno, benzina compresa, si sarebbe potuto fare per informare i cittadini che bevendo l’acqua dal rubinetto o cucinando con la stessa correvano il rischio di finire all’Ospedale! E nel frattempo? Il cittadino che non può utilizzare l’acqua corrente, come dovrebbe sopperire alle più elementari esigenze? Come un turista che non si è rivolto ad Alpitour: ahi, ahi, ahi, ahi? Un Sindaco attento ai problemi dei propri concittadini avrebbe dovuto provvedere a mandare autobotti fornendo provvisoriamente l’acqua, oltre che svolgere nuovi accertamenti analitici, come scritto nell’ordinanza. E non mi si venga a parlare di mancanza di fondi: stando alla delibera di Giunta n. 62 del 30/5/2016, cioè cinque giorni dopo l’emissione dell’ordinanza con la quale si è vietato l’uso dell’acqua, nel bilancio è previsto un Fondo di riserva di € 40.000,00 al fine di fronteggiare esigenze straordinarie e, al momento, erano presenti € 23.176,00. C’è forse un’esigenza più straordinaria di quella di provvedere a garantire un minimo di sussistenza ai propri concittadini rimasti senz’acqua da oltre un mese? E dell’esito dei nuovi accertamenti disposti con l’ordinanza cosa si sa? Occorre un mese per avere i risultati? Concludendo, la situazione è la seguente: migliaia di nostri concittadini sono rimasti senz’acqua, senza sapere per quale motivo, immaginando soltanto che qualcosa non va senza, però, essere portati a conoscenza della gravità o meno della situazione; migliaia di nostri concittadini sono stati lasciati abbandonati a loro stessi, senza che nessuno di quelli che li amministrano abbia portato loro un goccio d’acqua. E tutto, con buona pace del decreto legislativo 2/2/2001, n.31 che, all’art. 10, c. 2, prevede che, in casi del genere, l’autorità, oltre a vietare l’uso dell’acqua, “adotta altri idonei provvedimenti a tutela della salute, tenendo conto dei rischi per la salute umana che sarebbero provocati da un’interruzione dell’approvvigionamento o da un uso limitato delle acque destinate al consumo umano”. Gli altri idonei provvedimenti a tutela della salute adottati dal nostro Sindaco? NESSUNO! Ma, è noto a tutti, con la legge il nostro Sindaco non ha un rapporto idilliaco. MascaliRisorge, come promesso, svolge e svolgerà la sua funzione di controllo dell’Amministrazione e nell’interesse unico dei cittadini Mascalesi.

Firmato:

Avv. Ernesto Pino – Porta voce del Comitato cittadino Mascali Risorge

Dott. Agostino Mondello- Componente Direttivo Provinciale del P.D.

————————————————————————————

Restiamo a disposizione dell’ Amministrazione( credeteci poco,n.d.R.) qualora decidesse di replicare a questo comunicato, che, evidenziamo ,non e’ firmato da alcun consigliere comunale di opposizione.

biohazard1

Annunci