PIRAMIDI SULL’ETNA

2

Si trovano all’interno di proprietà private, per cui risulta difficile vederle , e sono state modificate nel corso degli anni, perfino ristrutturate con il cemento e blocchi in cemento. Altre volte sono servite da base per la costruzione di piccole case, oppure sono state quasi interamente distrutte.

Sono le piramidi dell’ Etna o Aetna.

4150-piramide-sicilia1

Piramidi costruite con pietra lavica che si trovano a Piedimonte Etneo, Linguaglossa, Randazzo, Bronte , Castiglione, PassoPisciaro ed Adrano, cioe’ nel versante centro orientale siciliano, una quarantina di piramidi, ad angoli lisci o a gradini , e gradoni, a basi rettangolari o quadrate, con altari sulle parti elevate, e rampa d’accesso. Nascoste e protette tra recinti e muretti.

2880-03-49-21-7411

La scoperta e’ di molti ricercatori tra cui principalmente il norvegese Thor Heyerdahl , e la ricercatrice Antoine Gigal, egittologa francese, che vive e lavora al Cairo come archeologa, di cui abbiamo una testimonianza, trafugata in qualche sito web:

“Sapevo che in Sicilia erano state documentate una decina di piramidi, la cosa mi aveva incuriosita, perciò decisi di andarle personalmente a vedere. Abbiamo scalato colline, attraversato terreni d’ulivi, fotografato, misurato. E con nostra grande sorpresa, siamo riusciti ad individuare circa quaranta piramidi. Molte più di quelle che contavamo di trovare. Un aspetto sorprendente è la somiglianza con i Sesi di Pantelleria o ai Nuraghi sardi. Ma non si tratta di monumenti funerari. Purtroppo alcune di queste piramidi sono danneggiate e non è facile identificarle, studiarle”.

1464770499124

Sul versante Nord dell’Etna, in una proprietà privata, Gigal, ne ha trovata una alta circa 30 metri. “Gli ultimi piani sono ceduti, la base è larga 23 metri, con scale molto ripide, che salgono sino in cima.”

A Passopisciaro e Francavilla di Sicilia se ne trovano altre .

“La rampa d’accesso disegna all’interno della piramide un sentiero sinuoso . Inoltre sono visibili come delle merlature, con doccioni che permettono lo scolo delle acque.”

cast

Chi costruì queste antiche forme templari ?

Pare siano stati i Sicani: “Molto si deve ancora scoprire su di loro, certamente hanno occupato tutta la Sicilia e tracce della loro cultura si fanno risalire al III° millennio avanti Cristo”.

Ma in realta’ le piramidi furono costruite dai Shekelesh, una delle tribù dei “Popoli del Mare” in un ‘ era mitica , così mitica da immaginare terre come la Cimmeria ed il suo popolo barbaro.

Sandars, originari della Sicilia sud orientale, gli Shekelesh sono un popolo barbaro e nomade che combattè contro l’ Impero egiziano, sotto i regni dei faraoni Merneptah e Ramses III.

Villaggi Shekelesh sono stati trovati a Tel Zeror, in Israele. Popolo si nomade ma esperto nella navigazione, che ha solcato tutto il Mediterraneo fino ad arrivare nel Nord Est, e stabilirvisi, infatti sarebbero loro gli Szèkelys, il gruppo etnico di lingua ungherese che vive per la maggior parte in Transilvania, con minoranze significative in Voivodina (Serbia). A differenza di molti altri gruppi etnici della Romania, i Siculi sono principalmente concentrati in un’unica area, la Terra dei Siculi (Székelyföld, in ungherese), i Szekler, Latin: Siculi, i guardiani di Vlad , il famigerato e mitico Conte Drakula (Fonte Dracula di Bram Stoker).
Questo porta al collegamento tra i siti megalitici di Sicilia e Calabria fino a Stonehenge, con il Disco di Nebra trovato in un sito archeologico tedesco , il cui oro proveniva proprio dai Monti Carpazi della Transilvania.

Quasi identiche piramidi , trovate in Sicilia, sono state identificate anche a Tenerife e nell’isola di Mauritius.

maur1

Queste quaranta piramidi individuate da Antoine Gigal, risulterebbero appartenere non solo alla stessa epoca, ma anche ad una identica civiltà: uso della la pietra lavica, levigazione degli angoli, disposizione, rampe e punti di accesso.

pirmauriz_1

“Se osserviamo una cartina è interessante notare come le piramidi formino un cerchio che avvolge il vulcano. Che si tratti di un antico culto dedicato ad esso? Abbiamo pure notato che molte piramidi sono vicine a importanti siti megalitici”.

ppeziairamidi-sicilia-08

 

La Piramide di Pietraperzia, in provincia di Enna ha lati orientati con i quattro punti cardinali, quattro rampe di scalini e cio’ che si presuppone siano altari sul proprio vertice, e ricorda molto quelle della Mesoamerica, anche se in scala ridotta.

Alnytak_(Ripr. Vietata, Copyright 2016, Mascali7 Ltd.Edt.)

Approfondimenti : Da La Gazzetta del Sud

PROTEZIONE DELLE PIRAMIDI SICILIANE – ANSA

castigliopirsic39 piramide-sicilia_02 piramidi-sicilia-01 sicilia-piramide-etnea ppeziairamidi-sicilia-08 sicilia-piramide

 

Advertisements

One thought on “PIRAMIDI SULL’ETNA

Add yours

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: