SOCIAL: LA STORIA DEL VOSTRO ASSASSINIO

5783d0cbe25c2

di Flint_McLeane

Utilizzando dal 2000 social come IRC , la prima ed unica avanzata chat basata su piu’ server e quindi network aventi lo stesso sistema, e poi facendo in seguito pure largo uso di Twitter, mi ha sempre fatto schifo l’ avanzata massiccia di facebook, specialmente sapendo che….

dal 2005 la CIA ha finanziato proprio quell’ ebreo di Zuckerberg al fine di far sviluppare questa piattaforma per un controllo globale degli individui.

D’altronde e’ un po’ come il lato commerciale e massivo dei prodotti di largo consumo, ad esempio come la Coca Cola, una bevanda di merda, gassata da morire, contenente robaccia chimica di cui solo gli Dei osano leggere le formule, che fa male alla salute ma che viene comprata quasi quotidianamente dalla massa di idioti che compone i popoli.

L’ uomo non e’ fatto per vivere libero, o almeno non dovrebbe vivere del tutto libero come accade oggi.
C’e’ una grande confusione su tutto grazie all’ ignoranza che dilaga su svariati temi proprio come questo:
la dittatura non e’ il male, la tirannia e’ il male, e voi state vivendo sotto la tirannia, la plutocrazia dei banchieri, la falsita’ dei politici democratici e/o liberali.

Con l’ avvento di Internet questa plutocrazia coadiuvata dalla massa fedele e corrotta dei liberal democratici si e’ trovata sbandata, che fare allora ? L’ informazione libera si era incominciata a scatenare a valanga, la condivisione delle informazioni a vari livelli su varie piattaforme, software pioneristici avanzavano come orde di norreni conquistatori nell’ Oceano Atlantico, un far west dell’ informazione dove con un po’ di soldi e di notorieta’ proveniente da altri palinsesti, come la tv, qualche pezzo di merda e buffone da circo in seguito ha potuto mietere e conseguire pure qualche fortuna politica.

Ma come si poteva vendere un prodotto di successo al pari di quel veleno chiamato coca cola e venderlo attraverso Internet, apparentemente in maniera del tutto gratuita, ed avere attraverso il consenso proprio dell’ utente/cliente, il consenso di essere schedato sotto ogni aspetto della propria vita, le catene delle relazioni interpersonali, i gusti, i pensieri, il livello culturale, cibo, donne, legalita’, illegalita’.

Così nacque Facebook.

Una grafica da due soldi, elementare ed ignorantemente uguale alla massa che quotidianamente si accalca a loggarvisi dentro, l’ impossibilita’ di personalizzare l’ interfaccia, di rendersi completamente anonimi, in ultimo l’ impossibilita’ di avere privacy,
signori e signore questa e’ facebook.

E cosa accade alle informazioni che finiscono dentro questo pozzo di merda collocato a ridosso dell’ elegante Internet ?
Esse vengono frammentate, rese poco reperibili, disperse.
E’ un mero mezzo di controllo fisico globale.
Delinquenti, forze dell’ ordine, bambini, massaie, studenti, drogati, fruttivendoli, voyeur, macellai, scaricatori di porto, pensionati, lesbiche, gay, politici, corrotti, artisti, mentecatti, alcolizzati, confusi,
c’e’ di tutto e di piu’ e tutto messo insieme, come una bolgia infernale a vari livelli senza fine, e senza controllo (-La Scala- descritta nel Talmud, n.d.R.).

La visione dentro facebook e’ stata proprio come ce l’aspettavamo:
cioe’ la visione del popolo rimane quella di sempre, una massa di ignoranti, esibizionisti, voyeur, degenerati, qualunquisti.

I loro commenti densi di banalita’, errori di grammatica, vuoti, privi di senso logico, conoscenza della Storia, eppure si cimentano in improbabili discussioni convinti che la loro visione del mondo sia quella giusta e rivelata nel posto giusto.

Molti che quotidianamente popolano le radure di questo schifo sono vittime di un solipsismo idiosincratico:
credono veramente che scrivendo post e narrando le loro avventure politiche e/o associative
possano in qualche modo far cambiare idee alla gente.
Ma anche quando queste idee potessero fare qualcosa,
queste informazioni svaniranno nel giro di una settimana sepolte sotto un’ altra valanga di simil stronzate.

11ea5ae2a9f38026acb739a1a09f8164

Viene poi la considerazione piu’ divertente: gli amici.

Avere contatti su facebook e’ lì sinonimo di avere “amici”.
Un po’ come se questa gente vivesse sul palco di Maria de Filippi e venisse filmata in TV.
Molti credono che avere piu’ contatti o come dicono piu’ “amici” dia loro piu’ importanza e piu’ visibilita’.
Si fanno “amici” con gente che nemmeno conoscono, perfino con gente che mal sopportano e di cui sparlano,
non importa.
Chi piu’ merda ha piu’ ne metta, siamo su facebook dove tutte le stronzate sono tra le migliori benvenute.

Perche’ abbiamo deciso di visionarlo ?
Non certo per reperire informazione culturale, tranne in rari casi qualche foto,
ma piuttosto per vedere come l’ informazione si propaga dentro questa boiata “sociale”.
Quando si posta qualcosa di insolito o che va contraria ai canoni tradizionali dell’ informazione serva e somara locale e/o nazionale, allora tutti sentono dire:
” Madooo ..hai letto su facebook quella cosa?” “Sta su facebook..” “Hanno messo su facebook la foto dell’ amante di Berlusconi.. madooo” , hahha
non si rendono conto che mettere una notizia lì equivale a seppellirla.
E’ anche vero che la si puo’ tirar fuori.. ma che fottio di fatica fare in un media come Internet che e’ nato invece per rendere chiara e facilmente fruibile qualsiasi tipo di informazione,
e anche per proteggere chi da’ queste informazioni spesso a costo della propria vita.
Ed e’ allora che ti rendi conto della truffa. Della volonta’ di pochi di celare e nascondere il genio di tanti e confonderlo mischiandolo con la mediocrita’ della massa.

perfume-the-story-of-a-murderer

Una iniezione di conformismo allo stato brado: smartphone, facebook, e cagate al cesso.

Non cambiera’ molto dopo questo post , la gente continuera’ ad avvelenarsi bevendo la coca cola, la gente continuera’ senza sosta a loggarsi mentre caga dentro facebook alla ricerca forse di notorieta’,
qualcuno da scoparsi, farsi quattro risate, insultare o pensare di cambiare il mondo.

Mi consola solo sapere che un giorno quando le Dittature Nazionaliste prenderanno il potere
attraverso la ricerca di e grazie a queste informazioni
esse sapranno chi andare a prendere casa per casa, e spedire sulla forca.

new-picture-75

Voi e le future generazioni siete gia’ sul patibolo ,
avete gia’ espresso il vostro ultimo desiderio ,
farvi una cagata e bere della coca cola,
e l’ uomo nero ha gia’ in mano una calda e fredda corda…

Così la Nova Humanitas sara’ selezionata.

hqdefault

E Noi potremmo svanire di nuovo nel nulla…

6s194

Annunci