GLIFOSATO BANDITO DAL 2022

Il veleno descritto ne “La battaglia delle Acque Nere” utilizzato anche a Mascali, vicino scuole, luoghi dedicati al verde,  cigli stradali, sta per essere bandito dalla Comunita’ Europea

[__________di______Alnytak__]

FONTE-REPUBBLICA
BRUXELLES - Il parlamento europeo ha chiesto oggi il divieto totale entro dicembre 2022 degli erbicidi a base di glifosato e restrizioni immediate sull'uso della sostanza. L'assemblea di Strasburgo, riunita in sessione plenaria, si è opposta alla proposta della Commissione Ue di rinnovare per dieci anni la licenza del controverso erbicida. Per i deputati, l'Unione europea dovrebbe innanzitutto eliminare la sostanza partendo con un divieto per l'uso domestico e un divieto per quello agricolo non appena saranno a disposizione alternative biologiche (ad esempio i cosiddetti sistemi di difesa integrata) sufficienti per il controllo delle erbe infestanti.
Secondo i deputati, l'obiettivo finale deve essere un divieto totale nell'Europa entro il 15 dicembre 2022, con le necessarie restrizioni intermedie. Il processo comunitario di valutazione dei rischi, da effettuare prima di rinnovare la licenza della sostanza, desta preoccupazione, poichè l'agenzia per i tumori dell'Onu e le agenzie dell'Ue per la sicurezza alimentare e per i prodotti chimici sono arrivate a conclusioni divergenti per quanto riguarda la sua sicurezza.
Per i deputati, inoltre, i documenti interni della Monsanto - l'azienda proprietaria e produttrice del Roundup, di cui il glifosato è la principale sostanza attiva - che sono stati resi pubblici, hanno fatto sorgere dubbi in merito alla credibilità di alcuni studi utilizzati dall'Ue ai fini della valutazione della sicurezza del prodotto.
Intanto, da un sondaggio a campione finanziato dalle organizzazioni SumOfUs e WeMove.EU effettuato su 5000 cittadini in cinque Stati europei, tra cui l'Italia, emerge che "una schiacciante maggioranza" di cittadini europei è a favore di un divieto immediato del glifosato. "L'80%
dei tedeschi, il 79% dei francesi, l'84% degli italiani, il 77% dei portoghesi e l'81% dei cittadini greci sono fermamente contrari all'uso del glifosato e a favore di un divieto immediato", si legge in una nota delle Ong.

Per riassumere, tutti quelli che abitano in zone trattate con glifosato ne hanno assunto determinate quantita’, non ha nessuna importanza il dato della quantita’ assunta, dato che anche pochi mg bastano a scatenare una reazione a catena nei soggetti predisposti, e bastano ad altri per un eventuale accumulo nel sangue che rivelera’ , con alte probabilita’, i suoi danni in un prossimo futuro, dato che , ad esempio, pochi mg di amianto nei polmoni sono gia’ sufficienti ad uccidervi entro una decade dalla loro penetrazione.

Queste cose avvengono perche’, come scriveva qualcuno in un precedente post, qui ci si inventa politici appiccicando una foto sui muri, e non per mera conoscenza di lingue, culture, scienza, o altre esperienze che possano far distinguere dalla massa.

In ultimo, nel corso della Battaglia delle Acque Nere abbiamo potuto constatare quanto vili siano certi personaggi , pure presidenti di associazioni peraltro, che nonostante ci dassero appoggio e solidarieta’ , raccontandoci di essere testimoni diretti dell’irrorazione del glifosato, anche in ore diurne, e che , ci dissero “me lo spruzzarono sulle gambe”, dietro le nostre spalle e per il resto del mondo negavano tutto e assumevano la loro vera forma di Don Abbondio: “Andate avanti voi altri a cambiare il mondo, in caso ci riusciste noi vi seguiremo”.

Ecco come muore la Societa’ Occidentale, con l’uomo avvelenato e che pure ringrazia per il veleno iniettato.

Annunci