VILLA ALDINI

Villa Aldini è una villa storica di Bologna, che domina da una collina l’intera citta’.

[___________SK_Spartan_________________]:syrup.dog

La villa fu costruita da Antonio Aldini, ministro e plenipotenziario di Napoleone, a partire dal 1811.
Si narra che Napoleone, nel 1805 salì sulla collina, ed esclamò:
« Ça c’est superbe!»

Aldini così in quel luogo amato da Napoleone la villa, nel 1811 ma i lavori furono bloccati nel 1816.

Sul retro dell’edificio e’ ancora presente La Rotonda, una Chiesa circolare costruita nel secolo dodicesimo.
Il timpano esterno gode di decorazioni degli dei dlel’Olimpo eseguite da Giacomo De Maria, mentre l’interno si arricchisce con sale neoclassiche affrescate da Felice Giani.

Pier Paolo Pasolini girò alcune scene di Salò proprio nel cortile principale di Villa Aldini.

VILLA ANDINI OGGI:

OCCUPATA E MESSA A FERRO E FUOCO DAGLI IMMIGRATI ILLEGALI ALIENI WAKANDESI….

ECCO CHE HANNO FATTO PD E 5STELLE, HANNO DIFESO COSì I NOSTRI PATRIMONI DONANDO IL PERMESSO DI FARLI MASSACRARE DAI WAKANDESI….

IL.GIORNALE

Era l'alba di ieri, a Bologna. Nella struttura denominata Villa Aldini che ospita circa 100 migranti.
La protesta dei migranti.
Circa 30 profughi hanno deciso di inscenare una protesta contro i tempi d'attesa per il rilascio dell'eventuale permesso di soggiorno, per i troppi dinieghi ricevuti (come se ottenere i documenti fosse un diritto) e per l'elargizione del pocket money.
Quando sul posto sono arrivati i responsabili della struttura (gestita da un insieme di coperative, capeggiate dall'Arcolaio) e il funzionario della prefettura, hanno trovato i cancelli sbarrati e alcuni striscioni appesi. Dopo una trattativa serrata, la prefettura ha fatto sapere - come scrive il Resto del Carlino - di essere disponibile al confronto. E così, smobilitata la protesta, alcuni "delegati" dei migranti sono stati accolti e ricevuti per ascoltare le loro rimostranze.

Annunci