FIRENZE – BURN BABY BURN

Firenze, il solo nome evocava a scuola la bellezza delle arti, della poesia, dell’architettura, delle sculture, della letteratura, del Rinascimento.

Oggi ecco cosa evoca Firenze, la Firenze del Cazzaro Matteo Renzi e del suo delfino Sindaco Nardella..

[__________SK_Spartan__________]:burn.baby.burn

IL.GIORNALE.

Subito dopo la morte dell'ambulante senegalese, ucciso da un uomo che invece di suicidarsi ha "sparato a caaso" contro il primo che ha incontrato, la comunità senegalese di Firenze è scesa in piazza.
La protesta contro quello che definiscono un omicidio razzista (ma l'assassino lodava l'Urss) si è presto trasformata in guerriglia urbana. Dove la polizia è stata costretta a fare gli straordinari.
Mentre ieri sera all’interno di Palazzo Vecchio era in corso un vertice fra i rappresentanti della comunità senegalese e la giunta guidata da Nardella, nelle strade della città scoppiava il finimondo. I migranti in corteo hanno urlato contro gli agenti (in un video - guarda - si sente distintamente "vaffanculo polizia"), poi hanno rivolto la loro rabbia contro tutto quello che hanno trovato sul loro percorso. I senegalesi hanno divelto le fioriere antiterrorismo, sradicato le inferriate dei cantieri della tranvia e rovesciato i cestoni dell'immondizia (guarda il video).
La protesta è ripresa poi stamattina. I senegalesi ancora in corteo hanno cacciato Nardella dalla piazza e i toni non sembrano volersi stemperare.

Non solo.

Ieri i wakandesi hanno accolto tra sputi ed insulti e spintoni il Sindaco renziano Nardella, cioe’ proprio uno della banda bassotti che promuove l’ “arricchimento culturale” africano, le frontiere aperte, l’integrazione subsahariana nell’Europa Nordica e Cristiana.

IL.GIORNALE.

Il sindaco di Firenze oggi era sceso in piazza per portare la solidarietà della città alla comunità senegalese, infuriata per la morte di Idy Diene, il connazionale ammazzato al ponte Vespucci da Roberto Pirrone, 65enne italiano residente nel capoluogo Toscano.
La protesta della comunità ieri sera era già sfociata in rivolta, con il centro devastato al passaggio del piccolo corteo di circa 100 persone. Oggi la scena s è ripetuta e a farne le spese, verbalmente ma non solo, è stato il sindaco. In questo video (guarda) pubblicato dalla Nazione si vede il momento in cui il primo cittadino viene colpito da uno sputo. Nardella reagisce, urlando contro l'autore del gesto un fermo: "Ma come ti permetti?".
Alla fine, Nardella ha decso di allontanarsi perché "non voglio diventare elemento di provocazione". In serata il presidio si è sciolto ma per sabato è attesa una manifestazione di livello nazionale. Gli organizzatori stanno attendendo le dovute autorizzazioni dalla questura. Non mancheranno attriti, come successo oggi. A dar man forte ai senegalesi erano presenti anche alcuni esponenti dei centri sociali fiorentini.
Il malcontento serpeggia nelle parole dei presenti, soprattutto le donne, per il folle gesto di Pirrone, che ieri ha esploso sei colpi di pistola contro un incolpevole Idy Diene, venditore ambulante regolare nel territorio italiano. "Sono uscito di casa con l'intento di suicirarmi", ha detto il 65enne agli inquirenti. L'uomo è stato fermato in una via limitrofa alla scena dell'omicidio dai soldati della Folgore, accorsi sul posto dopo aver sentito gli spari. "Ho con me una pistola e un coltello", ha detto ai militari l'assassino senza opporre resistenza. L'uomo avrebbe deciso di colpire "a caso" la propria vittima. La procura, infatti, esclude categoricamente il movente razziale e Pirrone risulta essere più un amante dell'Urss che dell'estrema destra.

La Verita’ e la Realta’ sono così stupende quando ti “sbattono” e “arrivano” così rapidamente in faccia. Che dici Nardella? Che dite Voi “Anti”, antirazzisti, antifa, degenerati…che dite?

Appunto che dire…. L’arricchimento culturale di Renzi&Associati ha fatto proprio bene all’Italia e al nostro Patrimonio, o almeno a quello che ne rimane.
L’imminente accordo tra M5Stalle e Mercenari Sinistri Piddini non e’ qualcosa da temere ma da abbracciare.
Ora che si scopre che il M5S o Casaleggio Associati ha ricevuto finanziamenti da George Soros, che Di Maio & Company hanno partecipato alle Riunioni della Commissione Trilaterale, dopo che si scopre che sono da sempre stati in combutta con elementi Renziani, Europeisti della Merkel, e persino di Sinistra Radicale Guevariana,
abbiamo le piu’ che evidenti prove che LA SOLUZIONE FINALE per spazzare via gli ultimi baluardi di resistenza identitaria e nazionale in Italia e’ gia’ avviata.

Ci distruggeranno in maniera capillare, perche’ e’ questo quello che vogliono e hanno sempre voluto fin dal principio.

Ma come il Signore delle Ombre disse a Batman, se non c’e’ distruzione non c’e’ rinascita…

Annunci

Un pensiero riguardo “FIRENZE – BURN BABY BURN

I commenti sono chiusi.