LANCIA PROTOTYPES – RETURN TO 80’S

Il nostro e’ solo un rituale di passaggio per un rapido ritorno agli anni 80.
Ammirate il design della Lancia Orca Prototype o della Lancia Sibilo.. e lodate gli 80.

[_______ReD_OrC_______]:impossible.fission

L’Orca era una concept car con carrozzeria aerodinamica a 5 porte con fastback di Italdesign dell’artista Giugiaro, presentata al Motor Show nell’Aprile del 1982.

Basata sulla piattaforma Delta, con un motore turbo e quattro ruote motrici che potevano essere disinnestate anche in velocità.

L’obiettivo del concept era quello di combinare una forma altamente aerodinamica (coefficiente di resistenza del Cd = 0,245) con una stanza passeggeri eccezionale per le sue dimensioni.

Ma non abbiamo finito, anche se basterebbe per morire di Retro…

***

La Lancia Stratos HF…

fu preceduta da questo prototipo chiamato semplicemente Lancia Stratos Zero:

La Lancia Stratos Zero ha preceduto il prototipo Lancia Stratos HF di 12 mesi ed è stata presentata al pubblico al Motor Show di Torino nel 1970. La carrozzeria futuristica è stata progettata da Marcello Gandini, head designer di Bertone, e caratterizzato da un motore 1600cc della Lancia Fulvia V4.
Nel 2011 è stata venduta durante un’asta in Italia per circa 750.600 € .
Esposta nella mostra “Sculpture in Motion: Masterpieces of Italian Design” al Petersen Automotive Museum di Los Angeles per tutta la durata dell’esposizione, ed in seguito anche in altre mostre negli Stati Uniti, ricevendo numerosi apprezzamenti.

Infine a voi la Lancia Sibilo,

una concept car del 1978 progettata e costruita da Bertone e basata sulla produzione della Lancia Stratos.

Le caratteristiche principali dell’auto erano linee affilate, aerodinamiche e le finestre di plastica che sono state fuse perfettamente nella carrozzeria, creando una struttura uniforme. Una piccola porzione circolare dei finestrini laterali può essere spostata elettricamente. Un unico grande tergicristallo spazza verticalmente il parabrezza. I fari retrattili con lenti circolari guarnivano un front-end fortemente inclinato.

All’interno, il volante è stato progettato anatomicamente per adattarsi alla naturale impugnatura della mano e ospita anche gli interruttori per le spie e un altoparlante. La strumentazione digitale è stata posizionata al centro del cruscotto vicino al punto in cui si incontrano il cruscotto e il parabrezza, per distrarre gli occhi del guidatore il meno possibile dalla strada.

Il veicolo è stato dipinto di un marrone più chiaro dopo il suo debutto al Salone dell’Auto di Torino nel 1978 a seguito di feedback che riportavano il pessimo gusto per la scelta scura del colore. Le ruote sono state anche dipinte color oro chiaro, il simbolo Lancia è sul cofano.

 

Annunci