INDIPENDENZA ASINCRONA

La loro ultima news si era conclusa con “La Procura è chiusa nel massimo riserbo”. Di questa non c’e’ più traccia nel loro sito di News… si saranno sentiti male dopo che abbiamo pubblicato “Estremamente pericoloso per la nostra democrazia” ? E sono andati oltre. Tutto questo esula dalla battaglia per la Giustizia e mette in atto una Guerra per l’Informazione che già si era preannunciata come spettacolare. Esortiamo i nostri “non avversari” fin da subito a rilassarsi: Non siamo vostri nemici, siamo dalla stessa parte, se come Noi a “Cuore” vi sta, la verita’, la giustizia, e una corretta informazione, oltre alle indipendenze asincrone dei poteri, di tutti i poteri.

[_________Alnytak_________]

Avere Memoria e’ importante, è fondamentale. Non pensavamo di confrontarci con “colleghi” che cambiano le carte in tavola a gioco cominciato. Hanno modificato la loro news iniziale, non c’e’ piu’ traccia del “riserbo istituzionale” , c’e’ un fiume in piena.

Si trattasse di noi, non faremmo alcuna notizia, siamo un piccolo blog, formiche rispetto ai titani di cui scriviamo, nè siamo un sito remunerato con i contributi statali dati all’Editoria, nè possiamo vantarci di sponsorizzazioni o pubblicita’.

Ma quando si tratta di testate informative di un certo livello e molto seguite allora non possiamo non scuotere la testa.

Dal Riserbo ad un fiume di particolari fin nei dettagli. Forniti quando? Durante il pranzo di Pasqua o di Pasquetta?

E va bene.

Magari non pubblicano come dice il timestamp sul loro ultimo articolo, cioe’ Venerdì 30 Marzo 2018, ma oggi Martedì 3 Aprile 2018, e va bene…fa lo stesso, anche se non va bene per niente.

COMPRAVENDITA SU LARGA SCALA?

Insomma l’accusa sembra risolversi su questa somma .. di 5300€ che sarebbe stata data da Pellegrino, o chi per lui, a dei subalterni politici affinche’, a giudizio degli inquirenti, si comprassero voti, cosa alquanto deplorevole nel sistema democratico ma che lascia il tempo che trova dato che e’ risaputo che Finanziatori Esterni, dei settori privati, finanziano con smodate quantita’ di denaro i Politici al fine di averne un ritorno finanziario economico una volta che i loro “candidati” abbiano occupato le poltrone pubbliche che possono pigiare i tasti a loro favore. Non vedo perche’ chiamano delle semplici donazioni come “voto di scambio”, quando si tratta di alcuni candidati e non quando si tratta di altri. Ma se illecito e’ stato perpetrato esso deve essere allora stato commesso su larga scala, adoperando ingenti quantita’ di denaro…centomila, duecento mila euro.

5000 euro??! Ma neanche per le noccioline da tirare alle scimmie allo zoo…

In una visione semplicista della res politica oggi, se mi chiedessero se con 5000 € potessero essere sufficienti ad ottenere un seggio di deputato regionale potrei solo ridere, con 5000€ non si va proprio da nessuna parte, in quel senso, è piu’ un insulto che un’accusa.

Potrebbe mai un’Organizzazione criminale di alto livello pensare di far ottenere ad un candidato i risultati elettorali sperati mettendo su un banco 5000 o anche 10000 euro? Se le cose stanno così quest’organizzazione di alto livello sarebbe veramente messa male, così maldestra ed imprecisa che nutrire paure di qualunque tipo su di essa risulterebbe in qualcosa di irricevibile, al più prolisso da accettare.

A COLAZIONE DA TIFFANY.

Piuttosto mi viene da pensare che con una somma di schifo come quella si sia provveduto a pagare location dei raduni, stuart, gadget, manifesti e le comuni cene elettorali che TUTTI I CANDIDATI ORGANIZZANO , LORO ED I LORO ENTOURAGE, IN NUMEROSI RISTORANTI E/O HOTEL.

Questa pista sara’ stata seguita dagli inquirenti , COSì COME DAI GIORNALISTI, spero.

Si, perche’ per imbastire un processo per un’infrazione, un illecito, di qualunque tipo, occorrono prove sufficienti ed anche basilari al fine di non sprecare denaro pubblico e il tempo di tanti cittadini che potrebbero trovarsi coinvolti, nolenti o volenti, in indirette e dirette indagini collegate al “caso”, ed in particolare di questo dove e’ fatta apparire come sconcertante una misera somma di 5000 euro.

Rimuovendo tutto questo, un po’ come rimossa e’ stata la sentenza de “La Procura è chiusa nel massimo riserbo”, qui il tutto appare come un bel calderone con minestra a bagno a fronte della candidatura di Riccardo Pellegrino a Sindaco di Catania, e quindi l’unico imperativo che osiamo avanzare e’ di fare luce in fretta su queste accuse, cosa impossibile visto i tempi titanici nelle procedure giudiziarie, al fine di chiarire una volta per tutte l’estraneita’ o meno del Candidato messo con “riserbo” sotto scacco mediatico “anzitempo” in modo tale da permettere sia a lui che ai suoi elettori di affrontare con serenita’ il giudizio elettorale di Giugno.

Non chiediamo troppo, d’altronde neanche con 5000 euro chiunque potrebbe chiedere “sufficientemente” o “abbastanza” per fare chiarezza nei “propri” risultati…

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: