UNA VOLTA

Ieri , leggendo l’articolo di Meridio.News.Catania sulle potenzialita’ degli elettori di razza islamica a Catania, un brivido mi ha percorso la schiena. Vivida nella mia mente è l’esperienza/conoscenza di quello che ha fatto e sta facendo Sadiq Khan, il Sindaco Musulmano di Londra…
[__________SK_Spartan____]

SPECTATOR

Secondo alcune persone ben informate, Sadiq Khan scrive alcuni dei suoi comunicati stampa.
Immaginate il sindaco di Londra, a tarda notte, che scrive evitando o spuntando combinazioni, il suo "programma senza precedenti di miglioramenti di vasta portata" per il commercio dei taxi (consentendo ai taxi neri di occupare spazio in più corsie) o il suo audace pacchetto di misure 'per rilanciare i mercati di strada (creando un London Markets Board e una mappa interattiva).
Una versione ha persino ansimato il fatto che Khan abbia "scrutato personalmente" i fuochi d'artificio di Capodanno "per rendere l'evento più acclamato ancora più emozionante".
Siamo quasi a metà del mandato di Khan, ed oltre ad annunci del suddetto non si trovano miglioramenti se non in tali comunicati e "supervisioni".
Prima delle elezioni, Khan aveva promesso che la sua politica abitativa avrebbe "rivaleggiato con il NHS con il suo effetto trasformativo sulla società". Ha detto che "sosterrà le associazioni di alloggi ... per garantire un minimo di 80.000 nuove case all'anno".
Pochi si aspettavano che Khan mantenesse tali promesse epocali. Ma ci aspettavamo che facesse qualcosa.
Le cifre del City Hall mostrano, tuttavia, che nel primo anno del mandato di Khan, Londra non ha iniziato a costruire una sola casa in affitto sociale. A titolo di paragone, Johnson ha avviato 7.439 case in affitto sociale nel suo primo anno da sindaco e 1.687 nel primo anno del suo secondo mandato, dopo il crollo economico. Con due anni di mandato di Khan, il grande guerriero della giustizia sociale è finalmente riuscito a iniziare (rullo di tamburi) 1.263 case in affitto sociali, molte delle quali ha denunciato come "non proprio convenienti".
Lo stesso schema si applica alla maggior parte degli altri annunci del sindaco: grandi promesse, seguite da cose inesorabilmente arretrate. Il crimine è aumentato del 12% da quando è entrato in carica, con un aumento molto più grande degli omicidi. Febbraio e Marzo sono stati i primi mesi della storia in cui gli omicidi di Londra hanno superato quelli di New York. Per quanto riguarda i trasporti, Khan ha affermato che avrebbe potuto "congelare le tariffe e investire somme record per modernizzare le infrastrutture di trasporto di Londra". Le tariffe, infatti, sono state congelate solo per alcuni viaggiatori. Ma l'impatto (unitamente a una riduzione delle sovvenzioni governative) ha ancora lasciato alla Transport for London così poco denaro da non poter più pagare gli interessi sui suoi debiti.Per la prima volta in 25 anni, l'uso del trasporto pubblico sta diminuendo, con impatti tangibili sulla congestione. Il calo potrebbe, naturalmente, essere stato maggiore senza il congelamento delle tariffe: ma a Londra è la quantità e la qualità del servizio, più del suo prezzo, che ha guidato il suo utilizzo. E ogni anno, il mancato guadagno e il danno ai servizi, si aggraveranno.
Come deputato, una volta è passato direttamente dal voto in parlamento per le chiusure degli uffici postali a un incontro pubblico in cui ha protestato contro le chiusure degli uffici postali. Barcollò interminabilmente sul Boris's Garden Bridge, invertendo la sua posizione cinque volte. Era contro l'espansione di Heathrow, quindi a favore, e ora è contro di essa ancora una volta - e così la lista continua.
In politica, prendere decisioni che fanno la differenza - costruire case, aumentare le tariffe per investire, costruire piste ciclabili - è contestato e rischioso. Quindi è facile capire perché Khan preferisce comportarsi come il membro del gabinetto ombra che era una volta, usando il lavoro principalmente come piattaforma per costruire il suo profilo personale e attaccare il governo.

Hmn, non lo so. A leggere le notizie nei giornali ufficiali, quel potere chiamato Stampa che dovrebbe far conoscere una versione obiettiva delle storie alla gente,  non ci si inquadra più, non ci si riconosce più, non si capisce dove è terminata la nostra civilizzazione e sta incominciando quest’altra che rasenta uguaglianze e similitudini con le realtà amministrative e gestionali del terzo mondo.

Il ragionamento è sempre quello della caraffa di acqua pulita e cristallina riempita con acqua fangosa e melmosa.

Vorrei sapere dai giornalisti chi , a loro giudizio, si aspetta che dal multiculturalismo possa uscire qualcosa di buono per il nostro continente. Quali sono questi fatti buoni?
L’aumento della criminalita’, la poverta’ delle masse che si trovano costrette a ripartire e redistribuire iniquamente le loro già precarie disponibilità? Quale futuro ci si può aspettare da gente che non ha costruito nulla in continenti più vasti, più grandi dell’Europa stessa..quale?

In riassunto, questa e’ una operazione epocale che sta consegnando i nostri diritti, e non i nostri doveri, a non europei, ad individui che non hanno nessuna intenzione di migliorare le cose ma solo di trarre profitto dal buonismo, dal marxismo, come un vortice che nel suo turbine ruba lo spazio all’acqua e all’aria, una operazione di conquista messa su con prevaricazione, censura ed emarginazione dei dissidenti, e nient’altro.

Una volta si ammiravano queste Citta’ del Nord, proprio come Londra, esse erano esempi di lungimiranza, di visionaria e poetica ricchezza culturale e tecnologica….

Una volta.

Annunci