QUANDO I SINISTRORSI PARLANO DI DEMOCRAZIA

Giorni fa un coro unamime, realmente democratico, -across the nations- , tra più nazioni del mondo, e più parte politiche, con l’AltRight ed il Movimento Identitario in testa al plotone, è stato lanciato al grido di No all’intervento armato contro la Siria di Assad. E’ proprio il caso di dire...La democrazia è così grande che quando la maggioranza della popolazione si oppone a bombardare un altro paese, lo fanno comunque.

[____________SK_Spartan_____]:balloon.star

E mentre noi, dell’Alternativa di Destra, dipinta come guerrafondaia, razzista, e nazista, andavamo giù con assalti mediatici sugellati da prove e testimonianze di malafede degli Alleati su quello che ancora rimane un presunto attacco chimico, tranne che nella scatola che la mamma-moglie di Macron ha regalato al figlio-sposo,

cosa facevano i sinistrorsi, quelli che odiano Trump, e amano la Clinton e Obama Hussein, quelli del no alla guerra, quelli che se li paghi cambiano idea dopo un quarto di microsecondo, embè?

IL.GIORNALE

Basta un selfie e ci si può «impegnare» su qualunque cosa, anche senza capirla più di tanto. Mafia, violenza sulle donne e ora Siria: non c'è argomento che i grilli parlanti della sinistra intellettuale e militante non affronti con la stessa consueta malriposta sicumera. E se poi si spara un po' a caso pazienza. Vedi Loredana De Petris che si è subito accodata all'ultima inutile campagna web contro la barbarie dei gas in Siria: una foto con la mano a coprire bocca e naso, come Muhammad Najem, il 15enne attivista siriano che però la questione la vive un po' più da vicino. L'ex Verde De Petris invece, dopo una vita in Parlamento (è stata rieletta all'ultimo giro con Leu) partecipa alla catena di Sant'Antonio fotografica sparando il suo missile contro il dittatore Assad, ma sbagliando bersaglio «Hassan sta massacrando bambini donne migliaia di civili con armi chimiche». Vabbè, l'importante è esserci. Ma importante per chi? Non se la cava meglio Luciana Littizzetto che per una volta fa ridere davvero scrivendo che «Hassad sta usando armi chimiche sui civili». Anche lei si tappa la bocca e almeno di questo in tanti le saranno grati. Non poteva mancare nemmeno Laura Boldrini e ci si è messo pure Fabio Volo. A smuovere tali mobili coscienze Roberto Saviano, lo scrittore che imbroccato un libro si sente in grado di pontificare su tutto. Assad può stare tranquillo: è la stessa partita di giro che inneggiava alle Primavere arabe e si è visto com'è finita. E stavolta c'è un paradosso in più: alla fine a raccogliere l'appello a «fare qualcosa» potrebbe essere l'odiato Trump. Come la metteranno se bombarda Hassan, Hassad o Assad?

Si tappavano bigottamente la bocca alla Ponzio Pilato. Ecco che facevano.

Loro.

Feccia.

Ma Dio è con Noi:

Annunci

Replica

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...