Meschini come Iene

O forse neanche, più delle iene che rosicano i cadaveri, dato che evitano di mangiare i propri e simulano di sbranare vittime create ad hoc in artificiosi servizi che molte volte hanno raggiunto apici di squallore.

[________Alnytak_______]

https://www.iene.mediaset.it/video/la-vardera-il-candidato-sindaco-amico-del-clan-mazzei_87228.shtml

Un video montato a zig zag, basato su un servizio blitz di Mediaset a caccia dello scandalo nei quartieri poveri di Catania, poveri si ma con abitanti che hanno molta più dignità di questi falsi cronisti dal pelo rosso gallo.

Mi ricordo quando lessi l’articolo di LiveSicilia che descriveva quello che definivano un blitz nelle loro sedi ad opera di quelli che descrivevano come il pericoloso figlio del Boss Mazzei e il Consigliere Riccardo Pellegrino. Non trovo più questo loro articolo ma più o meno raccontava che i due amici “facevano irruzione nel complesso della Redazione di Livesicilia urlando nelle scale di lasciare in pace la famiglia Mazzei”.

Nel video delle Iene invece si vede un’altra storia.

Primo. I due hanno chiesto un appuntamento con qualche redattore per chiarire alcuni punti , a loro avviso, travisati negli articoli riguardanti Pellegrino e i Mazzei.

Secondo. Nell’articolo di Livesicilia , menzionato sopra, non si parlava della professione di Carmelo Mazzei, che scopriamo solo ora essere un giovane sacerdote.

Terzo. Il giornalista Condorelli di Livesicilia espone le sue rimostranze travisando quello che è un chiarimento con una richiesta di censura “mafiosa”.

Quarto. Viene enfatizzata come “cattiva” l’amicizia tra Carmelo Mazzei, sacerdote, e Riccardo Pellegrino, Consigliere Comunale di Catania, tirando in ballo le attività del padre per il primo, e le attività del fratello per il secondo.

Quinto. Viene estrapolata una sentenza di Riccardo Pellegrino sul concetto di Mafia, su come si sia evoluta, su come era ieri e come è oggi, imputandogli come verità assoluta una semplificazione, o breve scorciatoia, per dimostrare la tesi accusatoria posta in essere con la mera ed esclusiva volontà che sta dietro la vera realizzazione del servizio in oggetto, cioè quando Pellegrino dice: “I quartieri , un tempo, erano più gestibili perchè la Mafia vecchio tipo controllava aree stabilite”, è diventata , per come la raccontano, tagliando qui e la’, un’approvazione alla Mafia.

Questa cosa non è vera e merita un appronfondimento.

Per capire ancora più nettamente la distinzione tra Vecchia Scuola Mafiosa e Nuova basta rivedere la scena del Padrino di F.F. Coppola, dove Marlon Brando in un summit con gli altri capi mafia si dice contrario al narcotraffico, una fonte di guadagno molto redditizia ma che trascina con sè il grande pericolo che deriva dall’uso che queste sostanze possano scatenare nella società, società popolata anche da ragazzi, e ragazze, che non sarebbero stati immuni dall’assorbire il veleno che proprio i Boss si sarebbero ritrovati a vendere loro, cioè ai propri figli.

Questo è un passaggio importante per capire come la Mafia si è evoluta fino a dissolversi da quella sua forma originale e originaria di AntiStato, come sia morta dentro il suo habitat, ossia dove lo Stato è assente.

Dopo il 1945, il ruolo della Mafia nell’Italia Democratica e Repubblicana assunse un ruolo fondamentale nel Patto Atlantico. I voti della Mafia e i suoi denari servirono per decenni il Partito della Democrazia Cristiana, e riempirono le casse della Banca Vaticana dello IOR che utilizzò quei soldi per combattere il Comunismo Sovietico.

Ma dopo la caduta del Muro di Berlino, tutti questi equilibri, e giochi di equilibrio, si spezzarono definitivamente.

Si avviò una trattativa tra lo Stato e la Mafia per cercare un’uscita indolore tra chi si era aiutato a vicenda e per decadi.

Il resto è Storia.

Pellegrino voleva dire in pochi secondi proprio questo, cioè che quel controllo sociale seppur professato dall’AntiStato, quella forma piramidale e gerarchica della Mafia non esiste più, che non esistono più equilibri, e punti di riferimento,  E CHE NONOSTANTE QUESTO TIPO DI MAFIA DOMINANTE NON ESISTA PIU’ LO STATO RIMANE UGUALMENTE ASSENTE,

e da questo deriva l’ondata di microcriminalità, bullismo, vandalismo, violenze, degrado, degenerazione, nella nostra Società, e bugie pronunciate quotidianamente dai politici di Roma che dicono di attivarsi per risolvere i problemi con il fiato e con qualche oncia di profumo su un drappo strappato alla nostra baniera e poi sventolato a giornalisti della risma di quel buffone galletto amaranto da circo che vedete come uno dei “profeti di queste verità estreme” de Le Iene.

Ma Le Iene sono anche questo:

http://www.ilsecoloxix.it/p/cultura/2018/02/12/ACkbHfDB-terapie_antiscientifiche_battere.shtml

Sono quei ciarlatani che documentavano cure antiscientifiche del cancro, servite sotto i vostri occhi come altre verità assolute, fino a quando una di loro non è finita in chemioterapia…a toccare con mano la sua verità assoluta.

Ecco chi sono loro.

Sono Le Iene di Mediaset, cioè del padrone Berlusconi, il capo politico di Salvo Pogliese, un personaggio coinvolto a vari titoli in vicende oscure di riciclaggio di denaro sporco, corruzione di giudici, falso in bilancio, prostituzione, leggi ad personam, etc.

Riassumendo:

Questa Iena dal pelo rosso è stata inviata a creare il “caso” contro un giovane , INCENSURATO, proprio nel periodo in cui è candidato a Sindaco di Catania, Riccardo Pellegrino, amico fin dall’infanzia con un bravo ragazzo, ora sacerdote, Carmelo Mazzei, contro dei ragazzi che vengono da problematiche familiari che con il loro operato hanno cercato e stanno cercando di riscattare, contro dei ragazzi, a nostro avviso, che rappresentano la voglia di riscatto per quei quartieri poveri di Catania utilizzati come “donne oggetto” dai vari politici mentecatti di turno per i loro ignobili scopi, riconducibili essenzialmente al lucro ed alla lussuria, questi stessi politici che ora non tollerano che un ragazzo proveniente da questi quartieri possa fare in modo da portare via il loro tornaconto elettorale al fine di riconsegnarlo alla sua gente.

Ecco chi sono Le Iene ed Ecco chi sono i loro Mandanti: dei meschini.

Vergognatevi.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: