La Russia fa pulizia prima dei Mondiali

Quando un uomo solo è al comando, ed è l’uomo giusto, questo può fare e realizzare grandi cose.
Vladimir Putin ha spedito un robot mitragliatore e lanciafiamme contro un covo di Jihadisti in Daghestan che ha ucciso e bruciato vivi undici sporchi jihadisti.

Prima di far entrare gli ospiti è giusto ripulire la propria casa.

[_________SK_Spartan_______]:white.knight.force

Express.co.uk

La Russia spazza via le "cellule dormienti dell'ISIS" con KILLER ROBOT nella repressione del terrore in vista dei Mondiali.
Un totale di 11 presunti terroristi sono stati "liquidati" nell'attuale regione islamica del Daghestan.
Le forze dell'ordine di Vladimir Putin hanno fatto irruzione in una casa dove è stato usato uno speciale "sparatutto" della polizia contro i sospettati, dicono fonti.
Un video drammatico mostra i tiratori della polizia che perforano la casa con proiettili da un veicolo blindato.
I corpi pieni di proiettili di sei uomini sono stati in seguito mostrati in foto rivelate dalle autorità investigative.
Si dice che i ribelli abbiano rinunciato a una bandiera jihadista.
Una dichiarazione del Russian Investigative Committee, che analizza un grave crimine, recita: "Sulla scena sono state scoperte armi, proiettili, proiettili e granate".
Una bomba fatta a mano è stata trovata uguale in potenza a cinque chilogrammi di TNT.
La casa è andata a fuoco.

Schifosi jihadisti. Non ci fosse la Russia a combatterli saremmo sopraffatti.

Nelle operazioni contro l’ISIS in Siria ed Iraq il rapporto di incursioni aeree contro gli obiettivi nemici è stato più o meno per tutta la durata della guerra quello di 50 a 1,

50 missioni aeree russe, estese molte volte ad a 70 nel corso di sole 24 ore,

contro le 4 o 5 giornaliere degli alleati , USA, Regno Unito e Francia.

Ecco chi sono i veri Cavalieri Bianchi e dove ancora resiste la nostra Superiorità,

adesso anche Robotica.

Bruciate bastardi…

Annunci