Testate da Sbarco

C’era un tempo l’Operazione Overlord, lo sbarco in Normandia per liberarci dal male, oggi invece ci sono gli sbarchi in Sicilia per imprigionarci nel male…

[___________SK_Spartan_____________]:over.game.lord

«Perché mi avete salvato dal mare se poi non ho di che mangiare e dormire?».
Questa la bizzarra frase che i poliziotti si sono sentiti dire da uno spacciatore, cittadino del Gambia, giovedì scorso.
Così si è rivolto ai poliziotti che l’avevano appena fermato con la droga.
In passato, come gli assassini di Pamela e tanti altri criminali, era stato ospite del Gus, la famigerata associazione che a Macerata e dintorni si è pappato il business dell’accoglienza.

***

Tunisini scatenati appena sbarcati a Pozzallo da una nave militare britannica, come da accordi firmati dal PD: volontaria molestata e due poliziotti presi a testate.
I timori e le preoccupazioni manifestate nel comunicato stampa di stamane circa lo sbarco di clandestini di nazionalità tunisina (con la bizzarra richiesta di caricarli sui treni verso nord) hanno trovato fondamento in episodi di intolleranza da parte degli stessi nei confronti di un’operatrice dell’hot spot.
E’ intervenuto un poliziotto preso a testate dal tunisino, rendendosi necessario per lui il ricorso alle cure dei sanitari che gli hanno assegnato una prognosi di 30 giorni.
Violenza anche nei confronti di alcuni operatori sanitari dell’ospedale Maggiore di Modica dove due clandestini sono stati condotti per ricevere assistenza sanitaria. Qui uno dei due ha tentato la fuga, ma è stato prontamente bloccato dagli agenti di scorta.
Durante l’arresto, il nordafricano ha colpito con tre testate l’agente, che è stato ricoverato con un ipotesi di frattura del setto nasale e una prognosi di trenta giorni, nell’ospedale di Modica.

***

Venerdì, 11 Maggio, all’hotel Europa di Rivarolo Canavese, dove sono ospitati una sessantina di cosiddetti profughi di varie nazionalità, uno di loro ha aggredito con violenza un mediatore culturale della cooperativa torinese che si occupa della gestione degli ospiti.
L’aggressore, un ventenne del Senegal, ha prima minacciato con un coltello il mediatore culturale poi lo ha colpito con una grossa pietra alla testa.
L’aggredito ha riportato ferite alla testa ed è stato soccorso dal personale del 118.
I carabinieri hanno identificato gran parte dei migranti presenti all’aggressione e hanno recuperato sia il coltello che la pietra utilizzata dal ventenne. Nei suoi confronti “potrebbe” scattare una denuncia per lesioni.
Il profugo ha reagito con violenza per l’imminente trasferimento in un’altra struttura che lui non gradiva.

***

Due vigili sono finiti in ospedale e un solo senegalese è stato arrestato per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.
A denunciare e ricostruire l’episodio è il Sulpm, il sindacato maggioritario tra gli agenti di polizia locale: «Combattere l’abusivismo è ancora una priorità dell’amministrazione Sala?», si chiede il segretario metropolitano Daniele Vincini. Non lo è mai stato.
Sono quasi le 18 di ieri quando un senegalese, in compagnia di due connazionali, inizia a fare dei gestacci nei confronti di due ghisa in servizio da quelle parti: sono tre dei venditori abusivi di braccialetti colorati che bazzicano piazza Duomo e dintorni.
A quel punto i vigili si avvicinano e chiedono i documenti all’abusivo, una vecchia conoscenza della zona.
Per tutta risposta, il senegalese inizia a spintonare i ghisa, che cercano di bloccarlo. Passano pochi secondi, e in aiuto del ragazzo arrivano i due connazionali con i quali era stato visto poco prima e un’altra quindicina di vu cumprà.
Gli agenti sono circondati e in netta inferiorità.
Vengono inviate alcune pattuglie in emergenza per salvare i colleghi che sono appena arrivate in tempo prima che conseguenze gravissime potessero accadere ai vigili.

MuuuH..Invasion…..!!!

Annunci

Replica

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...