Smartphone non hackerabili

Sono circa 7.800 cellulari apparentemente non hackerabili negli Stati Uniti e 6700 in Europa. Il mio è tra questi. Quindi, Buona Fortuna.

[________________Alnytak_____________________]

Le forze dell’ordine dichiarano di avere un problema: tutti i criminali (non so se includono anche i giornalisti indipendenti e dissidenti in questa malfamata categoria, n.d.R.) utilizzano dispositivi crittografati, rendendo tali dispositivi inaccessibili alle forze dell’ordine. Lo chiamano il problema “Going Dark”, cioè “Andando nell’Oscurità” , dicendo che la crittografia moderna è così buona che tutti i criminali del mondo stanno “diventando invisibili” alla sorveglianza governativa. Per fermare questo, queste agenzie stanno chiedendo a gran voce leggi che impongano l’inserimento di backdoor negli algoritmi di crittografia che consentano quindi l’accesso alle forze dell’ordine.

Qualsiasi backdoor in crittografia può essere altrettanto facilmente utilizzata da attori malintenzionati come dalle forze dell’ordine se viene fatto trapelare la sua effettiva esistenza, e una volta scoperta una backdoor hard-coded, spesso questa non può essere più chiusa.

Tuttavia, i dirigenti delle forze dell’ordine continuano a sostenere che saranno impotenti senza queste backdoor.  I vertici delle agenzie di spionaggio governative americane hanno dichiarato che nel solo anno 2017 almeno 7000 dispositivi mobili non sono stati “penetrabili” ai massicci test eseguiti nei loro laboratori, o in quelli dei contractor appaltanti servizio.

Tutto ciò tuttavia ha un gap per quanto riguarda l’Iphone, dove sicuramente sappiamo che la backdoor esiste per via di un accordo Apple – Governo, e quindi chi usa l’Iphone è sicuramente un marxista degenerato.

Se queste aziende stanno fornendo attivamente i loro prodotti alle forze dell’ordine e lo fanno da anni, quindi i 7.775 dispositivi che l’FBI e l’Interpol e le altre agenzie non possono hackerare sono Android modificati.

Se un dispositivo può essere modificato per aumentare fino a livelli sbalorditivi la sicurezza e la privacy dei dati del suo utente, non vedo come il Governo possa obiettare a questo e poi chiamare i vertici dei social network sul banco dei testimoni per rispondere di violazione della privacy degli utenti.

O l’una o l’altra, o entrambe, intanto tutto questo accade mentre milioni di ignari utenti facebook si fotografano i peli del loro pube per esporli alle masse.

O l’una o i peli pubici.

😀

 

Annunci