Chi ha sbagliato deve pagare ma

ma chi non ha controllato, e ha silenziato la vicenda pur conoscendola deve pagare peggio degli altri.

[________Alnytak________]

Ha fatto bene il Sindaco a rompere il silenzio, ma ancora continua ad andarci con un buonismo che è fuori tempo e fuori luogo.

Raffaele Milazzo è rimasto in carica almeno fino alla metà del 2017, nel silenzio assenso della massima autorità consiliare a cui ERA NOTA l’intera vincenda.

Perchè?

Non trovate strano questo delicato e saliente particolare?

Perchè un “errore” così eclatante rimaneva non solo impunito ma nascosto, a ragion veduta, dalla seconda massima autorità del Comune?

La Cittadinanza sa che il Presidente del Consiglio è incaricato , e pagato profumatamente per questo incarico, al fine di controllare la veridicità e la legalità degli atti amministrativi prodotti in seno alla Macchina Comunale?

Se non è in grado di leggere e capire le determine e le delibere che PASSANO OGNI GIORNO NELLA SUA POSTA allora si dimetta, ieri, e non domani.

Invece di fare la bella statuina e il pupo incravattato al solo fine di intascarsi i soldi pubblici , qui chiaramente spesi a vuoto, abbia anche solo per un momento un barlume di verità e coraggio nella sua triste vita: si dichiari colpevole di negligenza e si dimetta.

Questo può ancora farlo prima di trascinare di nuovo il nostro Comune nel baratro.

Questo individuo è solo motivo di imbarazzo per se stesso e per gli altri.

Questo è l’individuo che all’indomani di quella sorta di attentato da strapazzo che gli fecero nella sua casa di campagna si presentò sotto la mia porta,

DICENDOMI CHE I CARABINIERI GLI AVEVANO DETTO CHE SOSPETTAVANO DI ME, che ero Io l’attentatore, e ha fatto questo nella speranza che Io confessassi o chissà quale altra follia venisse fuori da un universo parallelo che ruota internamente nel piccolo cervello di questo signore, roba che lascia attoniti….e straniti.

Era il 2 Gennaio 2018 , e le mie condizioni di salute non mi permettevano nemmeno di guidare una breve distanza, la sera precedente, quella dell’attentato, avevo tremila chili di alibi , evidenze e prove, che mi ubicavano lontano decine di chilometri dal luogo dell’attentato, luogo in cui peraltro non sono mai stato, nè , TUTTORA, CONOSCO LA SUA FOTTUTA UBICAZIONE, e potrei continuare ma ve la faccio breve.

Per ricompensarmi di questa sua uscita a tradimento, la sua “allegra compagnia” di partito promosse un manifesto accusatorio che inquadrava nella mia persona l’Attentatore: roba disgustosa e vomitevole come ogni cosa politica prodotta sopra il livello del mare dell’Idria oltre i 90 metri.

Ed ora questa risibile convocazione giovedì pomeriggio in seduta pubblica e straordinaria del consiglio comunale sulla vicenda dell’ammanco…

Signor Priolo lei sta cercando , oltre ogni ragionevole dubbio e ipotesi, l’interdizione per incapacità di intendere e di volere, la macchina amministrativa comunale non può essere diretta da chi non conosce NE’ REGOLAMENTO, NE’ LA LEGGE,  da chi non ha controllato e ora pensa di buttarla in ignobile caciara e beffa con una seduta che già si preannuncia come pollo fritto strapazzato.

Vada via, vada a giocare a carte in qualche camera per anziani, quello è l’unico tavolo che lei è degno in maniera vivida e assoluta di presiedere.

Tutto questo è una indecenza, un’assoluta indecenza…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: