Ricordate Love Boat?

Chi ha vissuto gli anni 80 , o anche fine anni 70, davanti la TV, non può non ricordare la Tv Series Love Boat, ed anche una delle mete preferite della crociera extralusso: Acapulco, in Messico.

[Immagini non adatte ad un pubblico inferiore ad anni 18 – Discrezione dell’utente è consigliata]

[_Viewers Discretion is advised_]

[____________F.McLeane_____________________]

Oggi la stessa serie dovrebbe cambiare location. Non avrebbe più tra le sue mete preferite Acapulco.

Questo negli anni 2000, nel XXI secolo la racconta lunga su come il genere umano, o gran parte di esso, stia pian piano regredendo fino alla sua Preistoria, cioè non stia liberandosi da quella parte animalesca che abbiamo ereditato dai nostri avi ancestrali, ma anzi quella parte volgare e primitiva sta avendo un grande exploit in Stati un tempo quasi moderni, oggi shithole , sempre più numerosi, o ancora in uno status quo di default, proprio come il Messico.

Ecco perchè gli Americani vogliono il muro, perchè questa feccia sta mietendo e maciullando vittime in California, Nevada, Washington, ovunque le gang messicane riescano a mettere piede.

Ma lasciatemi farvi vedere qualcosa:

IL.GIORNALE.IT

Sei donne sono state sequestrate e poi uccise, tre con colpi di arma da fuoco e quattro abbandonate in fondo a una scarpata dopo che i loro corpi sono stati smembrati in buste di plastica. Succede nello Stato messicano di Tamaulipas, dove gli scontri tra bande criminali fanno registrare picchi di mortalità violenta tra i più alti del Paese: l'anno scorso gli omicidi sono stati 805 e i rapimenti 124.
[...]
Los Cabos, nella Baja California del Messico, è la città più pericolosa al mondo. Secondo il rapporto del Citizen Council for Public and Criminal Security è tutto il Messico particolarmente pericoloso: 12 città di questo Paese sono tra le 50 più violente al mondo. Sulla lista ci sono anche Acapulco, Tijuana, La Paz, Ciudad Victoria, Culiacan, Juarez, Chihuahua, Obregon, Tepic, Reynosa e Mazatlan. Nel dettaglio si legge che il Messico ha registrato nel 2017 ben 25.339 omicidi, il dato più alto degli ultimi due decenni.

Nel 2011 i morti assassinati sono stati circa 1800 (la media di 6 al giorno) facendo di Acapulco la quarta città più pericolosa al mondo, più di Baghdad o Kabul.
Non proprio ordinaria violenza ma spettacolarità cruda e di impatto dirompente mettendo in “scena”: corpi decapitati, fatti a pezzi, “depositati” per strade, davanti a negozi, ristoranti, mall. Ovviamente le presenze turistiche sono diminuite bruscamente, tanto che Acapulco è stata eliminata, cancellata dalla liste delle rispettabili agenzie di viaggio.
Non solo. Sono state chiuse più di un centinaio di scuole, perchè i cartelli della droga hanno bisogno di reclutare i ragazzini in tenera età per mandare avanti i loro sporchi commerci.

Ovviamente il potere dei cartelli sta nel commercio della droga, cocaina al più.
Quindi gli schifosi che fanno uso di questa sostanza sono i principali responsabili dell’abominio primitivo e degenerativo di uno Stato Sovrano in uno Shithole del terzo mondo.

Chi parla di fare ponti e non muri non è stato ultimamente ad Acapulco, dovrebbe visitare questa città, e senza scorta, ci/mi farebbe un favore, di scopo ed esempio meramente illustrativo, dato che non sentite queste cose nei talk show quando criticano Trump, deridono il suo muro, e infangano le giovani vittime americane, ed anche messicane, dei Cartelli della Droga.

Vergognatevi.

Annunci